Notte D’Alba

Idea, progetto e interpretazione: Franca Abategiovanni
Regia: Nadia Baldi
Scritto da: Marina Sorrenti
Produzione: Teatro Segreto

«Partita da Roma col solo desiderio di salvare la mia libertà, bruscamente passata dalla mia stanza rosa di via Duse alla visione delle case bruciate, alle grotte popolate di fuggiaschi pei quali la vita è ridotta al solo mangiare e dormire, resisto, adesso, proprio per difendere questa nostra miseria, questa nostra sofferenza di esseri umani scacciati, braccati, umiliati e scaduti.» Questo è uno stralcio di uno dei diari scritti da Alba De Céspedes durante il periodo dell’ultima guerra mondiale, esattamente dopo l’armistizio dell’8 settembre del 1943, mentre scappava da Roma. Il testo di Marina Sorrenti si sofferma sul periodo della Resistenza della scrittrice e, forse, proprio per questo, offre spunti alla nostra riflessione contemporanea.

Teatro Le MaschereTeatro

Sono i bambini e i ragazzi il nostro pubblico, ma anche le loro famiglie e gli insegnanti, da cercare, accogliere, accompagnare alla scoperta del teatro e dei suoi protagonisti. Un percorso che non si esaurisce nella visione di uno spettacolo, ma che costituisce un’esperienza complessa e articolata da esplorare e valorizzare nei suoi molteplici aspetti, con la convinzione che il teatro sia strumento concreto di educazione.

Educazione del “sentire”

Il bambino, immedesimandosi nei personaggi, vive contemporaneamente le emozioni, le paure, le gioie dell’interprete/attore operando su di sé una vera e propria “esperienza del sentimento”.

Educazione al “linguaggio”

E’ molto importante abituare i bambini, fin da piccoli, ai linguaggi complessi del teatro, sviluppando armoniosamente le sensibilità comunicative per descrivere situazioni, sentimenti, eventi; al contrario delle rigide modalità collegate all’esperienza televisiva, solitaria, limitata e ripetitiva.

Educazione del “gusto”

In uno spettacolo entrano in gioco luci, colori, materiali, effetti sia visivi che sonori. È di fondamentale importanza, per esempio, la scelta di un colore per evidenziare e far subito cogliere al bambino le qualità animiche di un personaggio; come l’uso di un effetto luminoso per sottolineare l’atmosfera di un’azione e la capacità della musica di enfatizzare o sottolineare uno stato d’animo.

Educazione “sociale”

Il bambino assume un contegno diverso per le diverse situazioni d’apprendimento, non può essere tutto uguale (scuole, teatro, museo ecc.). A teatro non si può parlare, mangiare o giocare come a casa davanti alla televisione o a scuola durante la ricreazione.
Pensiamo ai ragazzi dunque non come dei consumatori passivi, ma come “persone” che si affidano agli adulti per dialogare, crescere, orientarsi, migliorare e alle volte anche … guarire.

Tante le nostre proposte, spettacoli, laboratori e uno sportello di consulenza didattica che, attraverso la preparazione di materiali da usare in classe prima e dopo la visione, vuole creare uno spazio d’incontro tra teatro e scuola, perché l’esperienza teatrale possa essere realmente partecipata e consapevole.

Per poter recensire questo evento devi effettuare il login ed aver acquistato un biglietto.
Data
Ore
Prezzo
Prezzo Booking Events
Dom 23 Gen 2022
19:00
€ 12,00
€ 10,00
Disponibilità
Tipo di Posto
Prezzo
Prezzo Booking Events
Posti Rimanenti
Quantità
Posto unico
€ 12,00
€ 10,00
20

Inserisci la quantità di posti e richiedi il tuoi biglietti per questa data

Richiedi
Registrati oppure Effettua il Login
Condizioni

A seguito della vostra richiesta di prenotazione sarete contattati dall'Assistenza Clienti per tutte le informazioni relative al pagamento dei biglietti.