Atom Heart Mother – Napoli

Teatro Augusteo di Napoli
Pink Floyd Legend Plays
Atom Heart Mother

Dalla fine del 1969, i quattro iniziano a lavorare a un nuovo pezzo chiamato “The amazing pudding”.I Floyd pensano di farne una suite sperimentando la fusione con un’orchestra sinfonica e un coro. La suite viene ribattezzata Atom Heart Mother dal titolo di un articolo di giornale che riportava la notizia di una donna in attesa di un bambino, tenuta in vita da un pace-maker atomico. La suite si snoda attraverso straordinarie combinazioni tra musica sinfonica e rock, alternando momenti pervasi da elegantissime melodie ad altri di pura potenza sinfonica. Le parti strumentali sono predominanti e gli interventi delle voci hanno una funzione orchestrale; non ci sono liriche: il coro canta espressioni, fonemi senza significato. Il lavoro, raggiunge il primo posto della classifica Inglese.

Incentrato sull’esecuzione integrale e in versione originale della celebre suite Atom Heart Mother per coro e orchestra, questo spettacolo può essere definito a tutti gli effetti un vero e proprio “Pink Floyd Show”, in cui la musica immortale dei Floyd viene supportata da un contorno visuale di grandissimo impatto grazie all’utilizzo di retroproiezioni su schermo circolare e laser show.

Informazioni sull'artista

Pink Floyd Legend

Nati nel 2005, i Pink Floyd Legend sono oggi riconosciuti come il gruppo italiano che rende, in ogni loro spettacolo, il miglior tributo alla musica dei Pink Floyd, grazie alla realizzazione di show perfetti, frutto dello studio approfondito delle partiture e dei concerti live che la band inglese ha proposto nel corso degli anni.

Dalla Atom Heart Mother, la celebre suite per orchestra e coro, che dal 2012 a oggi, a ogni rappresentazione, ha realizzato il “tutto esaurito” (come al Teatro Olimpico e l’Auditorium della Conciliazione di Roma), al tour italiano di The Dark Side of The Moon, insieme alla straordinaria Durga Mc Broom (vocalist dei Pink Floyd dal 1987 e per la prima volta su un palco con una band italiana), nel 2015, aggiungono un importante tassello alla loro biografia grazie all’esecuzione integrale, in prima assoluta mondiale, dell’album The Final Cut in occasione delle celebrazioni per il 70esimo anniversario dello sbarco di Anzio, con la presenza dello stesso Roger Waters.

Il tour 2016 è stato caratterizzato da concerti/evento, in luoghi di assoluto prestigio, che hanno visto la partecipazione di oltre 15000 spettatori paganti che hanno assistito alle nuove messe in scena di “The Dark Side Of The Moon” e “Atom Heart Mother” (con una nuova Orchestra, un coro di 140 elementi nel magnifico Sferisterio di Macerata – storica sede dell’opera mondiale) e l’inedito “Live At Pompeii” che ha ripreso vita nel Festival “Il Mito e il Sogno”, nella prima edizione della rassegna estiva del Teatro Romano di Ostia Antica, registrando anche qui il tutto esaurito con una standing ovation finale.

Il 19 novembre, poi, Roma è diventata il palcoscenico della prima grande giornata/evento dedicata alla musica dei Pink Floydquando i Legend hanno proposto uno show molto speciale, ripercorrendo l’intera carriera della formazione britannica, con ospiti di eccezione tra cui Carlo Massarini che ha fatto gli onori di casa, catapultando il pubblico indietro nel tempo attraverso racconti ed aneddoti.

A marzo di quest’anno, infine, la celebrazione dei quarant’anni di ANIMALS, andata in scena a Roma all’Auditorium Conciliazione, ha confermato il successo della band con un ennesimo tutto esaurito. In questa occasione, ospite speciale della serata è stato il giornalista il giornalista Andrea Scanzi, uno dei più grandi conoscitori e appassionati dei Pink Floyd, che ha raccontato la genesi del disco e gli aneddoti e le particolarità che l’hanno caratterizzato.

La messa in scena di tutti gli spettacoli, come nei veri concerti dei Pink Floyd, oltre ai video dell’epoca proiettati sul grande schermo circolare, si avvale di un incredibile disegno luci e di sorprendenti effetti scenografici che riescono a ricreare quel senso di spettacolo totale che permette al pubblico di vivere realmente una indimenticabile “Floyd Experience”.

Teatro Augusteo di Napoli

Teatro AugusteoTeatro

Teatro Augusteo di Napoli

Fu costruito tra il 1926 e il 1929, su progetto dell’architetto Arnaldo Foschini e dell’ingegnere Pier Luigi Nervi, coadiuvato dall’ingegnere Gioacchino Luigi Mellucci, nella omonima piazzetta creata pochi anni prima per creare uno sbocco al traffico della neonata funicolare Centrale, che collega il Vomero a via Toledo.

Il teatro sostituisce uno preesistente realizzato da Luigi Vanvitelli nel 1772 in quello che una volta era il palazzo Berio.

Il teatro Augusteo ha ospitato e ospita tutt’oggi attori come Biagio Izzo, Carlo Buccirosso, Leo Gullotta, Alessandro Siani, mentre per la musica artisti come Bruce Springsteen, Massimo Ranieri, Giovanni Allevi, Fiorella Mannoia, Pooh, Pino Daniele, Patty Pravo, Giorgia, Elisa, Nek e Noemi.

Indicazioni

Piazzetta duca d'Aosta 263
80132 Napoli

Per poter recensire questo evento devi effettuare il login ed aver acquistato un biglietto.
Data
Ore
Prezzo
Prezzo Booking Events
lun 05 Nov 2018
21:00
€ 25,50
€ 20,00
Disponibilità
Tipo di Posto
Prezzo
Prezzo Booking Events
Posti Rimanenti
Quantità
Poltronissima
€ 43,00
€ 38,00
50
Poltrona
€ 34,50
€ 30,00
50
Galleria
€ 25,50
€ 20,00
50

Inserisci la quantità di posti e richiedi il tuoi biglietti per questa data

Richiedi
Registrati oppure Effettua il Login
Condizioni

A seguito della vostra richiesta di prenotazione sarete contattati dall'Assistenza Clienti per tutte le informazioni relative al pagamento dei biglietti.